Fortezza Nuova - palco piccolo

PRIMA CHE SI ALZI LA BACCHETTA

ThursdayThu. 09 SeptemberSep. ore 21:00

event.message.booking_now

Orto degli Ananassi

Lisa-Mignacca.jpeg

Lisa Mignacca

Attrice

Liberamente tratto dal romanzo autobiografico di Emi Mascagni 

“Si inginocchi la più piccina”, lo spettacolo si pone l’obiettivo di raccontare in forma di monologo, guidato da elementi visivi come i pop up - di cui la compagnia ha già affrontato con successo la costruzione e l’utilizzo in precedenti allestimenti - la figura di Pietro Mascagni per il pubblico dei più piccoli. Il noto romanzo, narra dell’estate in cui il musicista si trasferì a Parigi per collaborare con Gabriele d’Annunzio alla creazione della Parisina. In quell’occasione, non potendo essere seguito dalla moglie per questioni di salute, Mascagni invitò la figlia a raggiungerlo per trascorrere assieme quei mesi di lavoro.

Il lungo racconto di Emi è dunque un diario della permanenza, attraverso il quale tratti intimi e personali della famosa figura del musicista emergono con sorprendente e affettuoso labronico tratto. Emi è una giovane ragazza, alle prese con due importanti personalità: il padre da un lato, esuberante, volitivo ma anche bisognoso di affetto sincero dei propri cari  e il famoso scrittore, Gabriele d’Annunzio, che lei stessa ci narrerà come un riferimento letterario ricco di grande fascino, che colorerà il periodo di inventiva e scoperte inaspettate. Siamo a cavallo degli anni 20’ del secolo scorso , importanti trasformazioni stavano accadendo per le donne di quell’epoca, il ritmo del Charleston, il desiderio delle nuove generazioni femminili di liberarsi di un patriarcato opprimente, si fondono nel movimento di una personalità scandita al ritmo veloce della voglia di scoprire cose nuove, capire e sostenere quell’importante occasione di crescita che quel viaggio rappresento' la sua vita.

Lo spettacolo è però in fondo il racconto dolce e universale del rapporto tra un padre e una figlia, che ovunque possano trovarsi e qualunque biografia abbiano alle proprie spalle, resta un rapporto basato sulla complicità e il grande amore reciproco. Questa storia diventa così per noi un modo per celebrare la vis livornese, i rapporti tra generazioni, le importanti esperienze che accadono in gioventù e che vanno a  costituire parte dell’adulto che saremo.

Un’occasione non per celebrare un Mito, ma per avvicinare il Mito a Tutti 

 

 

 

Orto degli Ananassi - Livorno
L’Orto degli Ananassi , che ha sede presso il Teatro della Brigata, è un collettivo artistico guidato da Ilaria Di Luca e Andrea Gambuzza, attori, creatori, che si sono formati in alcune delle maggiori scuole di teatro europee (Scuola del Teatro Stabile di Torino diretta da Luca Ronconi ed Ecole Internationale de Theatre Jacques Lecoq di Parigi), entrambi  negli anni, hanno poi assommato esperienze lavorative con diversi registi di valenza nazionale, tra i quali: Luca Ronconi, Massimo Castri, Luciano Damiani, Emanuela Giordano, Pietro Bontempo, Antonio Fava. La finalità di questo incontro era quella di  mettere le esperienze maturate attraverso i diversi linguaggi e contesti esplorati, a servizio di un proprio progetto artistico, con l’intenzione di portare in scena un teatro che potesse essere urgente ed evocativo. 
“Ci piace raccontare storie che siano fruibili a più livelli e crediamo che il nostro compito principale sia quello di emozionare e divertire, costruendo spettacoli che tengano attivi gli spettatori: creando sorprese, rendendo il più possibile comprensibile ciò che sta avvenendo e soprattutto, facendo accadere le cose.” (Andrea Gambuzza)
“Portiamo in scena drammaturgie originali sviluppate a seguito di percorsi di inchiesta, ovvero documentazione sul campo e interviste ai protagonisti diretti di vicende inerenti all’argomento che si intende trattare. Crediamo sia giusto usare parole e immagini derivanti da un’immersione diretta nei meandri e nella carne della materia trattata piuttosto che articolare sofisticate opinioni: il nostro mestiere è fare teatro, non letteratura.” (Ilaria Di Luca)

 

 

Prima-che-alzi.jpg
Illustrazioni

Alberto Pagliaro

Elementi scenici

Andrea Gambuzza

Costumi

Marta Biagini

Musiche

Pietro Mascagni

Pittura

Cristina Florio

Biglietti

Biglietto Unico
Intero
3,00 €

Info e prenotazioni

Telefono
0586952135
Cellulare
3278844341
Whatsapp
Contatta ora

Fortezza Nuova - palco piccolo

Scali Della Fortezza Nuova

Commenti degli spettatori

Prima-che-alzi---corretta.jpegPrima che si alzi la bacchetta

Presentato come uno spettacolo ancora in preparazione, dal pubblico l'impressione è stata totalmente diversa: curato nei minimi dettagli, sia scenici che attoriali, bravissima Lisa che al suo debutto è stata decisamente all'altezza del compito affidatole!

Ephraim Pepe
10/09/2021
IMG_1146.jpg
IMG_1145.jpg
IMG_1141.jpg
IMG_1142.jpg
IMG_1148.jpg
IMG_1138.jpg
Prima-che-alzi---corretta.jpegPrima che si alzi la bacchetta

Lo spettacolo è stato originale e simpatico come tema. La scelta del costume ed acconciatura forse da rendere più attinente al periodo. L'attrice è stata brava a mantenere il ruolo in un monologo, forse semplicemente un pochino "acerba" nell'interpretazione. Ns. impressione che forse con meno "strilli" o "smanettamenti" tutto lo spettacolo avrebbe avuto un tono più caldo, familiare, confidenziale, visto anche l'argomento..... ma magari gli autori non cercavano questo aspetto e quindi va bene cosi.... Molto carina l'idea dei pop-up cartacei.

Simonini simone
10/09/2021